Otoneurologia: medici riuniti per la conoscenza sulle tematiche audiovestibolari

Aggiornamento

Particolare dell'home page del portale di audiovestibologia. © C. P.

Si chiama Otoneurologia, ed è innanzitutto un network: un gruppo di specialisti italiani, riuniti per dibattere, conoscere, aggiornare e scambiare esperienze sulle tematiche audiovestibolari che, grazie alla Rete, offre un importante servizio a colleghi, studenti, specializzandi in materia. Il sito.

Il luogo ideale per creare un centro di informazioni da condividere è, innanzitutto, virtuale: Otoneurologia2000 è un portale web che contiene il lavoro scientifico di questi esperti, rivolto in particolare a medici ed operatori. Vi si accede tramite l’omonimo indirizzo, ma per esplorare le diverse sezioni è necessario registrarsi.

Il fulcro di questa vetrina è una rivista interamente incentrata sugli argomenti citati, e si qualifica come un vero e proprio punto di riferimento in Italia per le patologie audiovestibolari, proponendo percorsi pluridisciplinari nel labirinto di questi disturbi: il primo numero fece la sua comparsa nell’ormai lontano 1999, da un’idea del vestibologo modenese Giorgio Guidetti. «Nel 2010 il Comitato Scientifico si è fortemente ampliato, con la partecipazione di Augusto Pietro Casani, Marco Manfrin e Aldo Messina, in vista di una collaborazione e di un confronto scientifico più ricco e stimolante. La messa in campo di risorse nuove e autorevoli – spiegano i promotori – è stata propedeutica ad una traiettoria più ampia che, da quest’anno, la rivista si prefigge di seguire: diventare un’area di incontro e di confronto professionale in audiovestibologia, capace di raccogliere le esperienze cliniche dei tanti colleghi che ogni giorno affrontano importanti sfide umane». Come detto, del Comitato Scientifico fanno attualmente parte Giorgio Guidetti, responsabile del Servizio di Audiovestibologia e Rieducazione Vestibolare presso l’Ospedale “Bernardino Ramazzini” di Carpi (Modena) dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Modena, Augusto Pietro Casani, professore associato presso il Dipartimento di Patologia Chirurgica, Medica, Molecolare e di Area Critica dell’Università di Pisa, Marco Manfrin, specialista della Sezione di Clinica Otorinolaringoiatrica della Fondazione Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Policlinico “San Matteo” dell’Università di Pavia, e Aldo Messina, responsabile dell’Ambulatorio di Otoneurologia della Cattedra di Audiologia presso l’Azienda Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo. L’ultimo numero, il 43/2013, nel dicembre scorso ha visto la pubblicazione di tre articoli su “La stapedoplastica come causa di vertigine parossistica posizionale” a cura di Antonio Frisina e Roberto Saetti, “Utilità del test di iperventilazione nella valutazione del paziente vertiginoso” di Luigi Califano, Salvatore Mazzone e Francesca Salafia, “Recenti aspetti medico-legali del colpo di frusta” a cura di Aldo Messina e Svetlana Kobrina, oltre ad un approfondimento scientifico su “Le comorbidità negli episodi ricorrenti di vertigine posizionale parossistica (VPP)”. La rivista riceve la sponsorizzazione di Alfa Wassermann.

Il portale di Otoneurologia propone inoltre corsi ECM FAD per la formazione a distanza a cura della SIV – Società Italiana di Vestibologia, corsi ECM, condivisione e consultazione di casi clinici, la presentazione del volume degli stessi autori “NEOS. Nuove Evidenze, Orientamenti e Strategie nella clinica dei disturbi audiovestibolari”, un forum scientifico, una sezione di news ed eventi ed un servizio di newsletter.

Info: Otoneurologia 2000.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">