Energie e attenzione per le associazioni verso la fine di quest’anno eccezionale

Solidarietà

Ha avuto una progressione e un esito impensabili, il 2020: gli auguri di un nuovo inizio che sia degno di segnare il passo della svolta epocale di cui siamo testimoni. © Parresia

Faremo riferimento al 2020 come all’anno in cui fu tutto diverso, sovvertito, stravolto. Fu l’occasione per capire quanto eravamo fragili: come individui, come sistema sociale, come organizzazioni funzionali. Oggi, che finisce, formuliamo gli auguri più forti celebrando il lavoro delle associazioni.

A ben vedere, non tutto è governato dalle regole che avevamo fissato. Ne abbiamo avuto la consapevolezza plastica, affrontando l’emergenza Coronavirus e restandone affatto sorpresi. Nell’incertezza del momento, avviandoci alla chiusura di un’annata che ha lasciato sul campo un numero assolutamente impressionante di vittime, anche fra il personale sanitario, ma nemmeno ha tralasciato di aprire lacerazioni profonde nel tessuto economico e generare un trauma personale e collettivo di cui ancora non è dato calcolare la portata, è attuale e adeguato dedicare attenzione agli attori che da sempre sfidano la logica del mercato, avvicinando con la loro attività altri traguardi e altre soddisfazioni. Le associazioni senza fini di lucro sono quanto di più autorevole e indispensabile abbia prodotto l’impegno umano: anche nel settore audiologico non mancano autentici modelli in tal senso e le citazioni in quest’ambito non fanno altro che rappresentarli tutti. A loro, alle loro campagne e ai loro volontari, ideatori e operatori, gli auguri di un anno ancora capace di aiutare e ascoltare, confrontarsi e avanzare. Ad esempio delle iniziative intraprese in questa fine 2020, di seguito riportiamo alcune alternative, invitando a contribuire e partecipare in attesa di ricostruire l’avvenire.

Vivere è un sinonimo di ascoltare, secondo l’AEVO – Ascolta E Vivi Onlus di Milano, che si propone di offrire un aiuto a chi non sente e, da oltre vent’anni, dona cure ai bambini sordi del Sud del mondo. «Riportarli nel mondo dei suoni significa ridare loro una vita piena di emozioni, giochi e condivisione, come ogni bambino si merita», è il principio vantato dal sodalizio. Perché «la sordità può essere curata. Ovunque nel mondo». Volendo sostenere l’operato dell’organismo, si possono donare anche piccole somme: ad esempio, il valore di dieci euro serve ad acquistare un kit di pile per gli apparecchi acustici.

Bambini sordociechi sono da oltre cinquant’anni i destinatari dell’aiuto della Lega del Filo d’Oro, che investe i fondi raccolti nella formazione degli operatori, nella gestione delle case di cura e nell’assistenza alla riabilitazione attraverso il tatto dei piccoli pazienti. Ma non basta: «Sono ancora tanti i bambini sordociechi che sognano un futuro migliore. Per ridurre le lunghe liste d’attesa e garantire una maggiore qualità dei servizi, la Lega del Filo d’Oro sta costruendo il nuovo Centro Nazionale. Un posto che chi non vede e non sente potrà conoscere con le proprie mani. Costruiamo il futuro dei bambini sordociechi: insieme possiamo realizzare cose straordinarie», è l’appello che l’associazione rivolge ai sostenitori. Bisogna aderire alla campagna #UnaStoriaDiMani con una donazione telefonica al numero 45514, attivo fino al 31 dicembre 2020: da cellulare basta un sms per contribuire con due euro, da rete fissa si può chiamare per offrire cinque o dieci euro.

Con Nonno Ascoltami! – Udito Italia Onlus, che è da anni conosciuta per le campagne di controlli preventivi della capacità uditiva, che si svolgono nelle piazze di diverse città italiane in autunno, la dodicesima edizione del 2021 è già certamente protagonista dei lavori di progettazione e organizzazione. L’invito dell’associazione è adesso di partecipare ad un sondaggio promosso sul portale ufficiale, al fine di individuare le località che saranno coinvolte durante la prossima manifestazione: cittadini e collaboratori possono scegliere e votare la propria sede preferita, contribuendo a creare aspettativa sull’iniziativa e sensibilizzando al contempo sull’importanza della prevenzione. Il sondaggio è aperto da venerdì 11 dicembre 2020 a venerdì 8 gennaio 2021.

Info: AEVO – Ascolta E Vivi Onlus, Lega del Filo d’Oro – #UnaStoriaDiMani e Nonno Ascoltami! – Udito Italia Onlus.

A cura di Claudia Patrone

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">