Banca dati rivela in studio: acufeni associati ai morbi di Alzheimer e Parkinson

Ricerca

Fra un grande campione di pazienti acufenici, lo studio in oggetto ha dimostrato la possibile correlazione. © Parresia

Gli acufeni potrebbero essere associati in gran parte ad un incremento del rischio neurodegenerativo. L’ha intuito un lavoro che ha analizzato un elevato campione di pazienti, gestiti in follow-up e confrontati con altre migliaia di individui sani. I dettagli pubblicati a cura di un gruppo asiatico.

Brevemente, il nuovo studio retrospettivo apparso sulla rivista Nature ha rivelato che nella diagnosi di acufene si nascondono più alte possibilità di contrarre le malattie di Alzheimer e di Parkinson. In questa ricerca, che è stata condotta a Taiwan su dodicimilaseicentocinquantasette pazienti acufenici, in un monitoraggio clinico lungo un decennio con un gruppo di controllo di venticinquemilatrecentoquattordici persone della banca dati nazionale di ricerca sull'assicurazione sanitaria, è stato dimostrato che negli individui con sintomi audiologici erano presenti maggiori probabilità di sviluppare i morbi: i risultati parlano di un incremento per l’Alzheimer di 1,54 volte in più e per il Parkinson di 1,56 volte.

Grazie alla fonte bibliografica scopriamo che, durante il periodo di follow-up di dieci anni, trecentonovantotto persone con acufene – il 3,1% del campione – e cinquecentouno controlli – il 2,0% – hanno sviluppato la malattia di Alzheimer e duecentoundici pazienti acufenici – pari a 1,7% del campione – e duecentoquarantanove pazienti di controllo – 1,0% – hanno sviluppato la malattia di Parkinson. Lo studio di coorte retrospettivo, basato sulla popolazione a livello nazionale, è stato condotto dai ricercatori Hsuan-Te Chu, Chih-Sung Liang, Ta-Chuan Yeh, Li-Yu Hu, Albert Yang, Shih-Jen Tsai e Cheng-Che Shen, che hanno così argomentato: «L'acufene è stato implicato come un segno debole di malattia neurodegenerativa che è caratterizzata da una progressiva perdita della funzione neuronale, come il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson. Questo studio mirava a determinare se il rischio di sviluppare Alzheimer e Parkinson aumenta dopo aver avuto l'acufene. Il rischio correlato all'acufene nello sviluppo dei due morbi è stato determinato dalla regressione di Cox, per identificare potenziali fattori di confusione. Rispetto ai controlli, i pazienti con acufeni avevano 1,54 volte in più di probabilità di sviluppare il morbo di Alzheimer (intervallo di confidenza al 95%: 1,34-1,78, P<0,001) e 1,56 volte in più di probabilità di sviluppare il Parkinson (intervallo di confidenza al 95%: 1,29-1,89, P<0,001), dopo aver corretto i fattori di confusione. I nostri risultati indicano un'associazione tra gli acufeni e il rischio più elevato di sviluppare queste malattie. Ulteriori comorbidità fisiche possono anche aumentare questo rischio».

Fonte: Hsuan-Te Chu et al., “Tinnitus and risk of Alzheimer's and Parkinson's disease: a retrospective nationwide population-based cohort study”. Sci Rep 2020;10,12134. DOI: 10.1038/s41598-020-69243-0.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">