Arriva un nome nuovo, per un protagonista storico del settore: benvenuto a Natus

Aziende

Con il nuovo logo, così Natus racconta la storia aziendale. © Natus

Da uno degli attori di primo piano dell’audiologia italiana ed internazionale, ecco la novità che interviene ad affiancare le certezze di sempre: cambio di ruolo, e di peso, del nome della società proprietaria di riferimento, che da oggi sostituisce il marchio celebre per la diagnostica. I dettagli.

Decisamente è stato un inizio d'anno entusiasmante dalle energie rinnovate, in Italia, per l'azienda Natus, già Otometrics, che ha informato clienti, collaboratori, fornitori e interessati di avere avviato una nuova e definitiva stagione di comunicazione istituzionale: con le stesse risorse di sempre, ma con l'unica denominazione di Natus. Anche per la divisione Otometrics, che invece finora aveva mantenuto il proprio nome originario. Le conoscenze e le competenze che hanno fatto del gruppo di Montegrotto Terme un riferimento della strumentazione nella diagnostica audiologica confluiscono in una realtà – come quella americana – con oltre ottant'anni di esperienza nella cura del paziente, per quanto riguarda i disturbi del sistema nervoso, sensoriale e centrale, offrendo prodotti per l'audiologia, la diagnosi dei disturbi dell'equilibrio e la neonatologia.

Obiettivo della nuova realtà è mantenere la qualità e la presenza sul mercato che, negli anni, hanno fatto di Otometrics un riferimento per gli operatori dell’orecchio e delle sue funzioni sensoriali: «Con la crescita di Natus – si legge nel comunicato stampa che annuncia le opportunità introdotte – l’impegno è quello di portare avanti la cura dei disturbi dell’udito e dell'equilibrio, offrendo formazione e rimanendo sempre al passo con le novità del settore. Più risorse e più lavoro di squadra, tutto a beneficio delle persone. Grazie ai nostri clienti affezionati che ci supporteranno anche nei prossimi passi», conclude l’azienda.

L’iniziativa più interessante di questa prima parte dell’anno riguarda la formazione dei tecnici che si occupano di diagnostica e riabilitazione audiovestibologica: il programma aziendale di aggiornamento si chiama Hearing&Balance Academy e consiste in lezioni da remoto – tanto più necessarie e pratiche, per evitare lunghi spostamenti – che sfruttano le nuove tecnologie per offrire agli operatori occasioni di apprendimento e di scambio di esperienze cliniche e imprenditoriali, forum online e consigli appositamente formulati per gli esperti del settore, white paper ma anche, soprattutto, corsi accreditati per l’Educazione Continua in Medicina. La piattaforma consente, inoltre, di partecipare con una collaborazione diretta, per pubblicizzare il proprio centro acustico presso il pubblico qualificato che lavora nelle discipline di riferimento.

Info: Hearing&Balance Academy.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">