La complessità della gestione del lavoro di audioprotesi in un software: Audilan

Professione

Attenzione al cliente al centro, ma anche all'attività commerciale dell'audioprotesista: gli obiettivi del software gestionale Audilan. © Audilan

La gestione del lavoro, talvolta, diventa più complessa del lavoro stesso. Il principio vale per diverse professioni, e gli audioprotesisti non fanno eccezione. La soluzione passa spesso da efficaci strumenti di supporto all’organizzazione: Audilan è un software gestionale che nasce dall’esperienza.

Con un approccio che si presenta particolarmente utile, in quanto proviene dalla pratica sul campo ultratrentennale di tecnici che si sono trovati in prima persona a gestire le diverse fasi dell’attività, dagli aspetti della relazione con i pazienti/clienti alle loro cartelle cliniche, ma anche dalle esigenze della regolazione degli apparecchi acustici in mobilità alle necessità di consultazione e archiviazione dei dati, il prodotto consiste nel risultato di creazione di un’applicazione in grado di aiutare l’operatore nei diversi aspetti del mestiere. Un software per audioprotesisti ideato da audioprotesisti, è il motto che il marchio ha scelto per diffondere Audilan sul mercato. Caratteristiche che si adattano al meglio alle esigenze del singolo utente, come la possibilità di configurazione differente scegliendo fra un unico nominativo, contatti multipli e un’innovativa soluzione cloud, interfaccia automatica e scambio diretto dei dati con il protocollo Noah, con una certificazione per Noah4, l’integrazione con WSI Product e l’adesione come membro ufficiale dell’HIMSA – Hearing Instrument Manufacturers' Software Association, che garantisce che i prodotti contengano i parametri tecnici richiesti dal settore audioprotesico. Contattando l’azienda è possibile ricevere gratuitamente una versione dimostrativa del programma, per capire di persona come funziona il prodotto: l’obiettivo dichiarato dei costruttori è quello di contribuire a far crescere in maniera costante una rete di clienti soddisfatti, che costituiscono la conoscenza fondamentale di base su cui si fonda l’attività di un centro acustico. Cliente al centro, dunque: il concetto del software, infatti, va oltre la semplice informatizzazione dei processi, ma cerca di ritrovare le motivazioni del lavoro di riabilitazione protesica, catalogando ciò che il professionista compie per il soggetto ipoacusico, quali bisogni si impegna a risolvere, monitorando la fidelizzazione; considera inoltre gli indicatori di successo che comunicano come procede l’impresa e ne controllano l’andamento commerciale, se cioè mantiene nel tempo la rotta verso i risultati prefissati da raggiungere, cosa che pone l’accento sulle capacità acquisite per affrontare la concorrenza e le sfide del mercato audiologico. Consulenza che comprende gestione operativa, strumenti di marketing e governo di impresa, secondo l’amministratore delegato Massimo Lanotte, cambiano le prospettive della professione e consentono agli audioprotesisti di crescere in un contesto competitivo con alta specializzazione come quello contemporaneo.

Info: Audilan.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">