Non si ferma Amplifon: nuova collaborazione con DentalPlans, bilancio su, il CRS

Aziende

Gestire l’assistenza sanitaria fra denti e udito, insieme: la strategia di Amplifon e DentalPlans.com negli Stati Uniti. © iStock – A Lot of People

Amplifon e DentalPlans.com, uno dei principali attori attivi nel mercato delle cure dentali negli Stati Uniti, avviano una collaborazione per offrire assistenza audiologica e audioprotesica a prezzi accessibili: l’ha riferito BusinessWire. Per il gruppo, eccellente bilancio semestrale e i corsi ECM.

Ha dichiarato l’amministratore delegato di DentalPlans.com, Bob Harris: «Siamo entusiasti di diventare partner di Amplifon, azienda leader nel settore audiologico, e di offrire ai nostri utenti l’accesso a nuove opzioni per ricevere le cure necessarie per una vita più felice e sana». La multinazionale italiana, d’altra parte, fornirà a quel pubblico la possibilità di entrare in contatto con la sua rete nazionale composta da oltre cinquemilacento audioprotesisti. In particolare, la collaborazione garantisce ai membri del programma un risparmio medio fino al 60% su più di duemila modelli di apparecchi acustici di grandi fabbricanti come Phonak, Oticon, ReSound, Starkey e Siemens. Altri vantaggi includono una prova di sessanta giorni con una garanzia di rimborso del 100%, un anno di assistenza gratuita e due anni di fornitura di batterie in omaggio recapitate direttamente al domicilio dei pazienti. «La maggior parte delle persone non sa che l’ipoacusia è una delle più comuni patologie e interessa trentasei milioni di individui di ogni età. I disturbi audiologici non sono soltanto frustranti, ma diversi studi hanno dimostrato che possono essere legati ad altri rischi fisici, psicologici e sociali come la demenza», ha spiegato Thomas Tedeschi, responsabile Audiologia di Amplifon per le Americhe. «In collaborazione con DentalPlans.com saremo in grado di aiutare un maggior numero di soggetti a valutare le abitudini che contribuiscono all’insorgenza della perdita uditiva e le possibili soluzioni, evitando loro di incorrere successivamente in rischi audiologici e sanitari».

Le buone notizie non arrivano mai sole. Dal punto di vista economico-finanziario, infatti, il primo semestre 2017 ha confermato la tendenza all’espansione per la multinazionale italiana. Il rapporto intermedio di gestione, approvato a fine luglio dal consiglio di amministrazione presieduto da Susan Carol Holland, ha mostrato come la crescita organica e le acquisizioni hanno sostenuto l’eccellente performance dei ricavi in tutte le aree geografiche e come l’azienda mantenga il solido miglioramento dell’accelerazione della redditività; inoltre l’espansione della rete di vendita, in particolare in Germania, in Francia e in Portogallo, ha salutato l’apertura di un totale di trecentoquarantasette nuovi negozi. I principali risultati parlano di ricavi consolidati in crescita del +14,6% a cambi correnti e del +13,4% a cambi costanti rispetto al primo semestre 2016, che si assestano a 623,8 milioni di euro; 103,4 milioni di EBITDA al netto degli oneri non ricorrenti, in aumento del +17,5% con un’incidenza sui ricavi pari al +16,6%, in miglioramento di quaranta punti base, mentre a 100,9 milioni di euro ammonta il margine operativo lordo, in aumento del +18% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso con un’incidenza sui ricavi del +16,2%; in aumento del +27% anche il risultato netto su base ricorrente, pari a 39,8 milioni, mentre ammonta al +28,5% l’incremento dell’utile netto registrato, che nel 2016 era di 29,6 milioni e a fine giugno 2017 di 38,1; a 224,4 milioni di euro ammontava l’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre scorso e anche questa voce è aumentata fino a 300,5 milioni, per i maggiori investimenti verso l’espansione della rete di vendita, l’acquisto di azioni proprie e la distribuzione dei dividendi; in aumento di circa 12,6 milioni di euro rispetto al primo semestre 2016 anche il flusso di cassa gratuito, positivo per 32,5 milioni. L’amministratore delegato, Enrico Vita, ha dichiarato: «L’eccellente conclusione della prima metà del 2017 dimostra che stiamo raccogliendo i frutti del consolidamento della nostra leadership a livello mondiale. L’efficacia della strategia di marketing e comunicazione continua a contribuire fortemente all’incremento della crescita organica e della profittabilità, mentre il programma di acquisizioni, intensificato dall’inizio dell’anno, si conferma la scelta giusta per accelerare la crescita e incrementare la nostra quota nei mercati-chiave. Siamo convinti che i forti risultati del primo semestre, ben bilanciati fra le aree geografiche, costituiscano una solida base per affrontare con ottimismo la seconda metà dell’anno e per raggiungere i nostri obiettivi di medio-lungo termine». L’azienda di Milano, nei giorni scorsi, ha anche pubblicato il suo primo bilancio di sostenibilità, relativo all’anno 2016.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">