Il migliore strumento è l’udito: ascolto consapevole e prevenzione, una campagna

Sensibilizzazione

Abruzzo capofila per la campagna nazionale “L’udito è uno strumento prezioso”, presentata davanti ai ragazzi delle scuole. © Nonno Ascoltami

Domenica 11 giugno si è tenuta la prima delle quattro giornate di sensibilizzazione sull’importanza dell’organo dell’udito, che l’associazione Nonno Ascoltami, con il sostegno del Cidim – Comitato Nazionale Italiano Musica, promuove in Italia per diffondere il concetto di un ascolto più consapevole.

Buona ed efficace comunicazione per la locandina della campagna: concerto per orchestra con strumenti virtuali, a significare che l’udito perso non si recupera naturalmente. © Nonno Ascoltami

Per insegnare che “L’udito è uno strumento prezioso” – questo il titolo della campagna – il sodalizio che da anni opera nel campo della prevenzione della sordità nella terza età ha deciso di rivolgersi a quella fascia della popolazione che le stime riconoscono come maggiormente a rischio di sviluppare disturbi audiologici precoci, in conseguenza di comportamenti pericolosi: ovvero gli adolescenti, i giovani e i ragazzi, ma anche tutti coloro che amano la musica e possono essere spesso tentati da un’esposizione sonora eccessivamente elevata e prolungata. Per questo risulta particolarmente efficace il logo scelto per l’iniziativa, che rappresenta un trio di orchestrali nell’atto di suonare strumenti virtuali, che hanno preso il posto di altri andati perduti: il principio alla base del ragionamento è che l’udito, una volta perso, non si recupera più naturalmente, e richiede un percorso clinico vero e proprio per un ripristino sensoriale raggiunto con opportuni trattamenti riabilitativi. Ascoltare musica e suoni responsabilmente significa quindi proteggere una funzione fondamentale per un’esistenza attiva: gli addetti ai lavori lo sanno, ma oggi il messaggio deve pervenire chiaro al pubblico dei fruitori, affinché possano in prima persona adottare abitudini sane.

Dall’Abruzzo, dove è stata fondata anche l’associazione promotrice Nonno Ascoltami, la campagna di prevenzione nazionale è stata inaugurata domenica 11 giugno e ha previsto iniziative di informazione sui rischi legati all’ipoacusia e sui corretti stili di vita da conoscere per evitarla: lezioni dedicate alle classi quinte delle scuole elementari, giornate di screening tenute da professionisti dell’udito, anche un casting fotografico per bambini al fine di selezionare il nuovo volto di Nonno Ascoltami. Altre tre tappe dell’iniziativa, incentrata sulle linee-guida dell’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute e sponsorizzata dall’Istituto Acustico Maico, si svolgeranno ad ottobre, a dicembre e a febbraio 2018.

Il sindaco del paese ospite del debutto, nel Pescarese, ha accolto con entusiasmo la manifestazione: «Siamo onorati che Città Sant’Angelo sia stata scelta per ospitare l’evento in Abruzzo», ha commentato Gabriele Florindi. «È fondamentale iniziare l’opera di prevenzione già in età scolare, per illustrare ai nostri ragazzi i corretti stili di vita da adottare per evitare i problemi di udito. Partendo proprio da una delle abitudini più abusate, come l’ascolto della musica in cuffia», ha concluso. Gli adolescenti, infatti, sono i soggetti più esposti a fonti sonore ad alta intensità, tipiche degli altoparlanti presenti in discoteche e ai concerti e degli auricolari dei cellulari e dei lettori mp3.

Info: L'udito è uno strumento prezioso.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">