Finisce l’anno 2016, con un numero ricco di prospettive tecnologiche e formative

Informazione

È un rilancio dell'ecologia la prima pagina del numero di dicembre. © EDP

Ricaricabile è la parola d’ordine, in questa fine dell’anno 2016. Con una prima pagina incentrata sulle batterie e sugli apparecchi acustici ecologici, il nuovo numero di Audiology Infos Italia approfondisce le opportunità di svolta verde che il settore audioprotesico si trova a cogliere. Le novità.

Zero scuse: da quando la tecnologia è riuscita a garantire il traguardo di offrire ai pazienti una giornata intera di ascolto senza ricaricare, questo innovativo tipo di pile e dispositivi audiologici non è più confinato nella nicchia di mercato che gli si attribuiva. Al punto che i primi fabbricanti che hanno scommesso in questa direzione già parlano di rivoluzione nel settore. L’articolo che pubblichiamo sul numero di dicembre della rivista, a firma del caporedattore di Audiology Infos Paesi Bassi, propone una disamina delle soluzioni attualmente disponibili, che contemplano chimiche e idee diverse ed animano il dibattito fra i concorrenti sull’efficacia delle varie alternative. Quale forma assumeranno le cose a venire? Prevarranno le batterie nichel – idruro di metallo, le argento-zinco o quelle agli ioni di litio? E quali sviluppi avrà in futuro la cosiddetta batteria solida? Il mercato si dirigerà maggiormente su sistemi integrati o le pile ricaricabili sostituiranno le usa-e-getta?

Ad arricchire il numero sono anche i reportage. Innanzitutto, un corposo approfondimento degli inviati al 61° EUHA di Hannover 2016, il congresso internazionale degli audioprotesisti tedeschi d’autunno, che propone ogni anno un salone tecnologico-commerciale fra i più attesi al mondo; le aziende del settore si sono impegnate a sorprendere ancora una volta gli operatori, con innovazioni di elevato livello orientate al futuro del fitting e della riabilitazione uditiva. In Italia, abbiamo seguito il corso di aggiornamento del Centro Ricerche e Studi – CRS Amplifon su ipoacusia dell’anziano e decadimento cognitivo, a Perugia, curato dagli otorinolaringoiatri Giampietro Ricci del capoluogo umbro e Gaetano Paludetti della Capitale, e il Widex Audiological Summit 2016 dal parco archeologico dell’Appia Antica di Roma. Dal Canada, gli argomenti della quattordicesima Conferenza Internazionale sugli Impianti Cocleari di Toronto vengono ripresi dalla specialista di Parigi Isabelle Mosnier del Servizio di Otorinolaringoiatria presso l’Unità di Otologia, Impianti Uditivi e Chirurgia della Base Cranica dell’Ospedale “Pitié-Salpêtrière”.

La rieducazione audiovestibolare del paziente vertiginoso affetto da disturbi ansiogeni è, inoltre, l’argomento del contributo d’autore, curato dall’audiometrista Gabriele Piredda di Sassari, che affronta le problematiche della riabilitazione nei casi in cui l’emotività del soggetto ostacola il percorso terapeutico. Il numero si completa, come sempre, con notizie di attualità del settore, una rassegna stampa di pubblicazioni scientifiche e la segnalazione dei contenuti delle edizioni internazionali di Audio Infos e Audiology Infos.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">