Conferenza dell’American Academy of Audiology 2014: AudiologyNOW!, vive la magia

Grandangolo

AudiologyNOW! 2014. © V. A.

«Qualità, non quantità», è stato l’obiettivo dell’AudiologyNOW! di quest’anno. La conferenza, tenutasi a marzo a Orlando, Florida, ha visto vari cambiamenti al programma: nuovi orari di inizio, nuovi eventi e nuovi presentatori, combinati per offrire ai partecipanti un’esperienza audiologica magica.

Quattro giorni nel soleggiato Stato della Florida per AudiologyNOW! 2014? Perché no! Migliaia di persone, d’accordo con questo sentimento, sono arrivati ad Orlando, in Florida, per l’inizio del più grande evento mondiale di audiologia, dal 26 al 29 marzo. Sono venuti a “Vivere la magia” – il tema scelto per la conferenza di quest’anno – di esperienze formative uniche ed innovative. Anche se la responsabile del programma, Georgine Ray, ha ammesso che gli organizzatori hanno cercato di semplificare le opzioni per l’appuntamento di quest’anno, è stato ancora proposto un numero impressionante di seicento fra sessioni formative, corsi, presentazioni di ricerche e poster, da esporre o leggere. «L’obiettivo era la qualità più che la quantità», ha spiegato Georgine Ray. «L’anno scorso, quel che sembrò essere un po’ opprimente fu che erano state messe in calendario troppe sessioni, così le abbiamo in parte ridotte. Un’altra delle lamentele dei partecipanti del passato era che sembrava di ascoltare gli stessi contenuti di sempre dagli stessi relatori, così abbiamo decisamente fatto in modo di essere sicuri di avere un po’ di nomi nuovi, quest’anno».

Altri cambiamenti

Un’altra novità portata dagli organizzatori è stato il fatto di far cominciare AudiologyNOW! un giorno prima. Come da tradizione, il mercoledì è stato la giornata di lavori precedente al congresso, tuttavia la conferenza 2014 ha aperto con un calendario fitto di sessioni formative e laboratori di apprendimento già mercoledì 26 marzo. “Celebrare l’audiologia”, la serata di festa di apertura, si è tenuta in una nuova ambientazione, quella sera stessa, nel salone dell’esposizione tecnico-scientifica.

Due appuntamenti specialistici si sono svolti il mercoledì. La sesta Academy Research Conference (ARC) annuale era dedicata ad “Apparecchi acustici e cervello” ed ha indagato come la relazione fra gli ausili per l’udito e il cervello abbia implicazioni cliniche significative sulla diagnosi e sul trattamento di bambini e adulti. Per gli studenti, la Student Academy of Audiology Conference CSI – Case Study investigations è stata riproposta per il secondo anno. Anche per gli studenti si è tenuta una tavola rotonda su cosa possono fare con una laurea in audiologia. Audiologist provenienti dai vari settori della professione – ospedali, industria, pratica privata, mondo accademico e rappresentanti degli Affari dei Veterani – hanno offerto una panoramica dei vantaggi (e di alcune limitazioni) dei loro percorsi di carriera. È seguita una tavola rotonda con i relatori e gli studenti.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">