Il virus che paralizza il mondo: impatto dell’emergenza Covid-19 sull’audiologia

Eventi

Emergenza Coronavirus: le novità. © Parresia

Basterà dire 2020 e la memoria andrà senza dubbio al Covid-19: l’emergenza che ha condizionato l’umanità a livello globale non ha risparmiato, chiaramente, neanche il settore dell’audiologia. In Italia è cominciata in anticipo, ma ha ben presto coinvolto anche gli altri Paesi. Panoramica di notizie.

È la Giornata dell’Udito e a Roma si fermano celebrazioni e lavori scientifici, a causa del Coronavirus: ma la prevenzione si fa in ogni sede

Bella grafica comunica i concetti-chiave dell’Hearing Day 2020, nel logo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. © OMS

Era l’Hearing Day 2020, la Giornata Mondiale dell’Udito che si festeggia il 3 marzo ogni anno: eppure, già in questa fine di inverno, è stata travolta – come tutta l'Italia, ma non ancora il resto d’Europa e del mondo occidentale – dall'emergenza Coronavirus. L’associazione Nonno Ascoltami, che aveva – come sempre – organizzato le celebrazioni con il patrocinio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e del Ministero della Salute, ha dovuto ottemperare al primo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ha vietato ogni manifestazione ed occasione di assembramento: i lavori scientifici a Roma nei palazzi istituzionali, pertanto, sono stati annullati.

Grazie al messaggio dell’OMS, tuttavia, l’accento sulla prevenzione dell’ipoacusia è stato comunque riportato in ogni sede possibile. Infatti la necessità della sensibilizzazione su questi temi non conosce deroghe, dunque l'occasione di diffondere l'appello dell'Organizzazione Mondiale della Sanità non è caduto nel vuoto: “Hearing for life – Don't let hearing loss limit you” ha portato il motto generale della qualità della vita come conseguenza di un udito e di un ascolto efficace.

Il congresso nazionale degli otologi italiani 4° SIOSU Napoli 2020 è il primo evento rimandato per Covid-19

A Napoli, il congresso nazionale SIOSU è adesso atteso il 13 e il 14 novembre 2020: il logo scelto arricchisce di calore e colore la promozione dell’appuntamento. © SIOSU

È un impatto forte anche sull’Educazione Continua in Medicina quello che il Coronavirus ha avuto in Italia, fin dal mese di marzo: il primo evento a slittare, conseguentemente ai primi decreti del presidente del Consiglio dei Ministri, è stato il congresso nazionale della Società Italiana di Otologia e Scienze dell’Udito, in programma a Napoli il 20 e il 21 del mese sotto la presidenza di Antonio Della Volpe. La formazione in materia è rimandata, con gli stessi contenuti e gli stessi protagonisti, il 13 e il 14 novembre prossimi.

Oltreoceano, i contraccolpi in anticipo del virus: la trentaduesima edizione del salone AAA 2020 di New Orleans ufficialmente cancellata

Dalla presidente dell’AAA – American Academy of Audiology, Catherine Palmer, il messaggio della decisione di annullare l’evento di aprile a causa del Coronavirus. © AAA

La decisione è stata difficile, ma unanime. Con un videomessaggio divulgato nella serata di mercoledì 11 marzo, la presidente dell’American Academy of Audiology, Catherine Palmer, ha comunicato al mondo dell’audiologia l’inedita cancellazione dell’evento AAA 2020, atteso nella sua trentaduesima edizione nelle giornate da mercoledì 1 a sabato 4 aprile, a New Orleans. La conferenza, abbinata al salone dell’audioprotesi HearTech Expo e a diverse altre iniziative collaterali, richiama ogni anno migliaia di partecipanti ed è proprio per la salvaguardia di operatori e pazienti, questi ultimi particolarmente esposti al Coronavirus per la loro età avanzata, che l’Accademia si è pronunciata – molti giorni prima che gli Stati Uniti, a livello governativo, prendessero una posizione consapevole e precauzionale davanti al problema.

Per saperne di più e impostare i tuoi parametri.">